L’acido folico una vitamina vitale

Molti lo sanno già che, durante la gravidanza, l’acido folico riduce il rischio di malformazioni nell’embrione. Tuttavia, la maggior parte delle donne inizia troppo tardi una profilassi con l’acido folico. Anche nel caso di depressioni, demenza o allergie, l’assunzione di acido folico può avere effetti positivi sulla salute.

Il folato è una vitamina idrosolubile del gruppo B, che è stata scoperta nel 1941. Se viene prodotta sinteticamente è denominata acido folico. Poiché il nostro corpo non è in grado di formare da sé i folati, dobbiamo attingervi tramite l’alimentazione.

Il folato è essenziale per la funzione cellulare e per una corretta suddivisione delle cellule. Il fabbisogno giornaliero per un adulto è di circa 300 microgrammi. Nel momento di una rapida crescita, come ad esempio all’inizio di una gravidanza, i folati sono particolarmente importanti. Per questo le donne, prima e durante la gravidanza hanno un fabbisogno di folati nettamente superiore. Poiché con l’alimentazione assumiamo giornalmente, in media, al massimo 200 microgrammi di folati, alle donne in gravidanza si consiglia di assumere quotidianamente, in aggiunta, 400 microgrammi di acido folico in forma di compresse. Meglio sarebbe iniziare l’assunzione già tre mesi prima di una gravidanza.

Difetti congeniti con conseguenze
per tutta la vita

I folati sono soprattutto determinanti nelle prime settimane di gravidanza: in questo periodo avviene il primo sviluppo dei nervi e il canale intorno al sensibile midollo spinale deve chiudersi. Gli studi in questo campo dimostrano che un elevato livello di acido folico può ridurre dal 70 fino al 100 per cento il rischio di malformazioni («schiena aperta» o, in termini tecnici, «spina bifida»). In Svizzera vengono al mondo ogni anno da 15 fino a 20 bambini con la spina bifida e devono essere operati immediatamente al momento della nascita. Ma anche se l’intervento ha successo, questi bambini hanno generalmente problemi per tutta la vita con la deambulazione e con il controllo della vescica. Se si scopre il problema già nel corso della gravidanza, in occasione di una sonografia, in casi eccezionali, in centri altamente specializzati come l’ospedale pediatrico di Zurigo, è possibile risolvere operativamente il difetto già durante la gravidanza per evitare la maggior parte delle conseguenze.

Alimenti contenenti acido folico

Molti dei nostri cibi e bevande sono arricchiti con acido folico. Poiché la vitamina è molto sensibile alla luce e al calore e inoltre è idrosolubile, durante la preparazione si possono perdere tra il 50 e il 70 per cento di folati. Pertanto, se possibile, consumare la frutta e la verdura crude. In caso di cottura, spezzettare il meno possibile la verdura e cuocere per breve tempo. Un ingrediente ideale – che troviamo in testa alla tabella dei cibi contenenti folati – sono i germi di grano, da utilizzare ad esempio sulle insalate, sulle miscele di cereali o sulle basi per le torte di frutta. Pure ricchi di folati sono frutta e verdura, cereali integrali e prodotti caseari, legumi e salmone. Nel commercio al dettaglio si trovano già quasi 200 prodotti ai quali è stato aggiunto acido folico. Si riconoscono dal marchio dell’acido folico sull’imballaggio. Questo marchio è stato creato dalla «Fondazione Offensiva Acido Folico Svizzera».

Accrescere la conoscenza a lungo termine

Maria Walliser, presidente e ambasciatrice della Fondazione Offensiva Acido Folico Svizzera.

La «Fondazione Offensiva Acido Folico Svizzera», dal 2000, s’impegna affinché la popolazione svizzera sia meglio informata sul valore dell’acido folico, la vitamina della vita. Le attività stanno avendo effetto: oltre il 75 per cento delle svizzere e degli svizzeri oggi conoscono la vitamina. Nel 2000 erano meno del 40 per cento. Presidente e ambasciatrice della fondazione è Maria Walliser, ex campionessa di sci e madre di una bambina nata con la spina bifida. «Grazie ai nostri partner che ci sostengono da anni, alcuni fin dalla nostra fondazione, abbiamo potuto accrescere la conoscenza nella popolazione. Tuttavia l’effetto dell’acido folico è ancora sempre sottovalutato», spiega Maria Walliser. Un bambino con spina bifida avrà problemi da affrontare per tutta la vita e con lui anche i suoi parenti – problemi medici ma anche in ambito sociale. «Sono orgogliosa che abbiamo potuto chiamare l’acido folico la ‹vitamina della vita›. Una vitamina che ci accompagna fino in età avanzata. Questo mi stimola a continuare il nostro importante lavoro.»

Effetto preventivo

Sufficiente acido folico non è solo importante durante la gravidanza: numerosi studi indicano che l’acido folico può fornire un contributo positivo anche nei seguenti ambiti:

  • depressioni
  • allergie
  • iperattività
  • demenza
  • sistema cardio-circolatorio
  • invecchiamento della pelle
  • spermatozoi

SWICA è un nuovo partner della salute della «Fondazione Offensiva Acido Folico Svizzera». Noi sosteniamo la fondazione perché la vitamina ci accompagna durante tutta la vita ed ha effetti positivi per la salute in svariati ambiti: stiftung-folsäure.ch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *