Quando i genitori diventano anziani

Quando i genitori diventano deboli o invalidi, per i loro figli si pone il problema di assicurare la loro assistenza. Molti sono gli aspetti da considerare.

Essere in salute e vivere in casa propria in modo indipendente: invecchiare in dignità è ciò che tutti noi ci auguriamo – e lo auspichiamo anche per i nostri genitori. Tuttavia, sulla base degli sviluppi demografici, diventiamo sempre più vecchi, ciò che comporta un aumento delle malattie croniche e di pazienti bisognosi di cure. È dunque prevedibile che un giorno i genitori possano aver bisogno di assistenza. Eppure molti figli sono sorpresi quando si rendono conto che i loro genitori non possono più vivere a casa senza un aiuto. Che fare?

ASSISTENZA DA PARTE DELLA FAMIGLIA

La famiglia, da sempre, assume una parte importante della cura e dell’assistenza delle persone anziane. Un carico enorme. Secondo uno studio Spitex, basato sull’anno 2014, se queste prestazioni per cure e assistenza fossero fornite da personale specialistico, sarebbe corrisposto un costo annuo di 3,5 miliardi di franchi. L’onere assunto dai figli per l’assistenza dei genitori a domicilio non è dunque da sottovalutare. Spesso non abitano più nello stesso luogo dei genitori e ciò va oltre i loro limiti, perché devono già gestire la propria famiglia e un’attività professionale. Un sostegno supplementare può quindi costituire un grandissimo aiuto.

MOLTE DOMANDE

Gli interessati, nella ricerca della situazione ideale di assistenza, devono affrontare varie sfide. Di primaria importanza è la situazione di salute, ma contano anche le esigenze personali e l’ambiente sociale e familiare. Inoltre c’è la questione finanziaria: chi paga? Le assicurazioni sociali quali l’AVS o l’AI e l’assicurazione malattia, l’ente pubblico o i familiari? Il tema è complesso, soluzioni valide per tutti in generale non ne esistono, e mancano punti di riferimento professionali che considerano tutti gli aspetti.

CHIARIMENTI DA TUTTE LE PARTI

Di questo problema si occupa il progetto CareNet+. In qualità di ufficio di coordinamento, CareNet+ riunisce a una tavola rotonda, accanto alle persone interessate e ai loro familiari, secondo la situazione, medici, Spitex, ospedali, assicurazioni malattia, servizi comunali e altri attori del settore sanitario e sociale. Un mediatore indipendente gestisce le situazioni particolarmente complesse attraverso dei colloqui. In tale ambito sono considerate tutte le opzioni. Sono discussi anche gli aspetti finanziari, per trovare insieme la migliore soluzione possibile. Oltre alle soluzioni individuali, con CareNet+, a lungo termine si dovrebbero poter risparmiare costi, in quanto sarà possibile evitare situazioni d’emergenza, con conseguenti trattamenti e soggiorni in ospedale, come pure, in singoli casi, ritardare l’entrata in case per persone anziane. Il progetto è sostenuto da Pro Senectute del cantone Zurigo. SWICA contribuisce portando il punto di vista dell’assicurazione malattia. Maggiori informazioni su: carenetplus.ch

AMPIA OFFERTA PER ANZIANI E I LORO FAMILIARI

Gli interessati possono ottenere utili informazioni dalle organizzazioni cantonali di Pro Senectute, come pure da Pro Senectute Svizzera. L’organizzazione specialistica e di servizio s’impegna per il bene delle persone anziane. Con una rete di 130 uffici di consulenza, sostiene gli anziani e i loro familiari in tutta la Svizzera. Accanto alle consulenze individuali su questioni relative ai finanziamenti, all’assistenza, ai bisognosi di cure, all’assistenza degli anziani e all’abitare in età avanzata, forniscono numerosi consigli come pure un’ampia offerta di mezzi ausiliari per la quotidianità, la mobilità, lo sport e il movimento o per incontri e attività di vita sociale: prosenectute.ch.
Un altro ufficio al quale è possibile rivolgersi è Spitex svizzera: spitex.ch

Anche SWICA dispone di specialisti che possono consigliare chi si occupa dei familiari malati. Inoltre partecipiamo ai costi del «Corso di base per familiari curanti» della scuola club Migros con un contributo fino a 600 franchi dalle assicurazioni complementari COMPLETA PRAEVENTA e OPTIMA. Per domande mediche, può essere d’aiuto sante24, che risponde 24 ore su 24.

Soluzioni abitative nella terza età

Molte persone anziane vorrebbero vivere in modo indipendente il più a lungo possibile. Se la casa o l’appartamento sono ormai troppo grandi, possono entrare in considerazione residenze per anziani che rispondono alle esigenze specifiche della persona. Temporaneamente, in periodi in cui la persona non può essere indipendente, si possono prevedere brevi soggiorni, o soggiorni solo di giorno o di notte in case per anziani o case di cura.

FORME ABITATIVE ISTITUZIONALI

gruppi abitativi di cura sono gestiti da personale specializzato, hanno una struttura di tipo familiare ed ospitano persone che hanno bisogno di cure e assistenza. 

Le case di cura o case medicalizzate offrono un’ampia assistenza e cure fino alla fine della vita.

I centri per anziani combinano diverse forme residenziali istituzionali. Ciò consente il cambiamento di forma assistenziale in caso di crescente infermità dovuta all’età.

Le case per anziani sono destinate alle persone che non vogliono o non possono più vivere in modo indipendente, ma che hanno solo un minimo bisogno di cure.

FORME DI ABITAZIONE PRIVATE DI VITA IN COMUNE

Nelle case intergenerazionali convivono diverse generazioni che si completano e si sostengono.

Nei centri abitativi per persone anziane tutti gli abitanti hanno un proprio appartamento, ma partecipano ad attività in comune e si aiutano vicendevolmente.

Nelle comunità abitative per persone anziane, le persone anziane organizzano in comune le attività quotidiane.

Letture consigliate: «Wohnen und Pflege im Alter» (Abitazione e cure in età avanzata) La guida del Beobachter presenta le diverse forme abitative, le offerte di sgravio per le cure e indica come sono finanziate. «Wohnen und Pflege im Alter
 – Selbständig leben, Entlastung holen, Heim finanzieren » di Katrin Stäheli Haas (ISBN: 978-3-85569-467-9)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *