In caso d’emergenza tutti possono aiutare

Immaginate: un’auto urta un ciclista, oppure l’uomo che cammina davanti a voi improvvisamente cade. Che fare? Molte persone sono sconvolte se si verifica una situazione d’emergenza. La paura di fare qualcosa di sbagliato è troppo forte. Tuttavia, di principio vale: solo non fare nulla è sbagliato. Agite secondo il seguente schema:

Osservare

Prima di tutto riconoscere e valutare la situazione con tutto ciò che è appena avvenuto. Chi è coinvolto?

Riflettere

Valutate se ci sono dei rischi – per chi aiuta, per la vittima dell’incidente e altre persone.

Agire

Successivamente passate all’azione. Contribuite a garantire la sicurezza, per voi e per gli altri – nel caso di incidenti del traffico, ad esempio, indossate dapprima il giubbotto catarifrangente, posate il triangolo e tenete i presenti distanti da fonti di pericolo.

Aiutare

La persona coinvolta…

  • …risponde: agite secondo le sue richieste.
  • …ha perso conoscenza ma respira: metterla nella posizione laterale, stabile.
  • …ha perso conoscenza e non respira più: iniziare subito con un massaggio cardiaco e la respirazione artificiale.

Di principio vale: prima chiamare i soccorsi (numero d’emergenza 144), poi prestare aiuto. Non esitate a coinvolgere ulteriori soccorritori.

Volete rinfrescare le vostre conoscenze di pronto soccorso? La Federazione svizzera dei samaritani organizza corsi, informatevi su www.samariter.ch/it

Farmacia da viaggio – c’è tutto?

Le Vacanze estivi si avvicinano. Che si tratti di campeggio, una vacanza in città o sulla spiaggia – in ogni caso vale sempre la pena di controllare la farmacia da viaggio. Ecco cosa dovrebbe esserci oltre alla crema solare e alle pastiglie per il mal di testa: swica.ch/farmacia-da-viaggio


Fate di ogni giorno una giornata mondiale senza tabacco

In svizzera, ogni anno muoiono quasi 9 500 persone per le conseguenze del consumo di tabacco. Dopo il cancro dei polmoni, la seconda causa di morte sono le malattie dei vasi coronarici. La giornata mondiale senza tabacco, che si terrà il 31 maggio 2018, quest’anno evidenzia questo fatto: molte persone non si rendono ancora conto che il fumo restringe i vasi sanguigni ed in particolare le coronarie – aumentando massicciamente il rischio di infarto cardiaco e di ictus. Chi fuma mette in pericolo la sua salute, ma anche quella di chi gli sta accanto: il fumo passivo costa la vita ogni anno a quasi 900 000 persone. Prendete a cuore la situazione – fate di ogni giorno la giornata mondiale senza fumo. SWICA sostiene le attività per smettere di fumare con contributi dalle assicurazioni complementari COMPLETA PRAEVENTA e OPTIMA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *